racconto d'estate

 

Riflettono sulla superficie dell'acqua figure antiche,

forme perdute e riemerse, moltitudini di corpi e ombre nel fragore di voci nella spiaggia tribale d'agosto, come in una storia scritta in sogno e poi

letta nel bagliore del controluce

del pomeriggio.